Italiano

Manifesto della NonAvanguardia

La Verità vi renderà Liberi.

La Libertà per un Artista è il massimo grado della bellezza.

La contemporaneità è ora.

La nostra Rivoluzione non sta nel plasmare cose belle o nuove, sta nel realizzare cose VERE.

L’artista si ispira a ciò’ che gia esiste.

Il nostro non è un lavoro, è un istinto naturale.

La NonAvanguardia accoglierà qualsiasi tipo di essere “vivente” voglia seguire il manifesto alla condizione che ne rispetti i principi senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

Tutti nasciamo PERFORMISTI crescendo ci diseducano ad esserlo.

Noi non abbiamo una bandiera, né un colore, né un’icona. Abbiamo soltanto il nostro immenso ideale.

La NonAvanguardia non contempla l’autolimitazione dell’artista conseguente alle definizioni tradizionaliste di ballerino, poeta, attore, scultore, fotografo ecc… il Performista è un essere umano emancipato dalle briglie delle categorie.

Tutto ciò’ che sarà creato dalla NonAvanguardia avrà il nome di OPERA.

Tutte le nostre Opere devono essere ORIGINALI. Le citazioni e gli omaggi sono consentiti all’interno dell’Opera, ma devono rimanere tali.

È intenzione della NonAvanguardia strappare la definizione di Arte alle oligarchie del denaro e restituirla alla persona.

Nella NonAvanguardia, l’Opera deve contenere almeno 3 Forme Artistiche.

L’Opera deve accogliere al suo interno almeno una figura di “Eletto”. L’investitura di Eletto competerà a coloro che nella stessa riusciranno ad eseguire Tutte le Forme Artistiche che concorrono alla realizzazione dell’Opera.

La società ci educa a esaminare le grandi imprese del passato convincendoci che siano impossibili da eguagliare o superare, ma di fatto “siamo tutti esseri umani fatti di Carne Ossa e Sangue”. Il nostro limite siamo noi stessi.

Nella NonAvanguardia i Performisti si sforzeranno di nutrire il loro intelletto con l’Arte e la conoscenza dei grandi artisti del passato e del presente. Ciò di cui ci si nutre è ciò che si è.

Nella NonAvanguardia non sono previsti né ringraziamenti né saluti finali al termine di un’Opera.

Nella NonAvanguardia il Regista è Naturalmente l’Autore dell’opera.

Ogni essere umano ha il suo personale processo artistico formativo.

Il Regista/Autore dovrà tracciare una linea guida, accompagnando il Performista e conducendolo in una direzione ben precisa, ma non potrà obbligarlo ad un esecuzione maniacale della propria visione.

Nella NonAvanguardia l’errore è naturale, di conseguenza accettato. Il regista avrà il compito di insegnare “l’estetica dell’errore della NonAvanguardia”.

Ogni Opera deve avere all’interno l’improvvisazione di qualsiasi genere, L’improvvisazione per noi è una Forma d’Arte.

Nelle nostre rappresentazioni, l’Arte deve essere comunicazione, non sterile estetica puramente autoreferenziale.

Ogni Forma Artistica usata nella NonAvanguardia deve abbandonare canoni e regole tradizionali.

In questo Mondo le verità assolute nell’arte sono pura menzogna.

Dio è il più’ grande Artista,
Tutto è stato creato, l’ispirazione è divina. L’arte è nata per essere divina.

Ideale della NonAvanguardia

Ci lobotomizzate la mente
ma il cuore no,
ci avvelenate il corpo
ma l’anima no.
Avete creato castelli di ferro per addomesticare
i gabbiani a volare piano e mai controvento,
facendoci credere che davanti alla cultura
nessuno fosse all’altezza, così da toglierci il sogno del genio.
Potenti vivete per controllare
togliendovi da tutte le responsabilità,
vermi dividete per comandare
creando falsi bisogni ed etichette.
Ci fate passare per matti, strani, falliti
non volendo accettare il nome che più ci si addice … Artisti.
Potete schiacciarci nelle mura dei vostri falsi lavori
ma non ci sono catene per l’anima.
Avete creato sistemi di distruzione dell’Individuo
macchine di nutrizione per l’Odio.
Ma l’Amore è l’unica cosa che non potete toglierci.
La NonAvanguardia è la resistenza.
Promettiamo di scalare il nostro sogno qualunque esso sia,
il limite è l’universo.
Daremo tutto per vincere la nostra causa e rispettare il nostro immenso ideale.
Noi siamo la NonAvanguardia e Uniti siamo un’Opera D’Arte.